A Milano, In&Out il primo Festival dell’inclusione e dell’autismo

0
18
Il disturbo noto come autismo ci sta molto a cuore. Descritto per la prima volta dallo psichiatra austiaco Leo Kanner in un lungo articolo del 1943, le sue case sono ancora poco note e ci sono ancora molte incertezze sulla classificazione del disturbo e sulle sue cause. Il DSM, il Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali, parla di disturbi dello spettro autistico per descrivere i diversi gradi di gravità in cui si può presentare. La sindrome di Asperger, per esempio, definita dal pediatra austriaco Hans Asperger un anno dopo il lavoro di Kanner, non viene più considerata una forma separata, ma una forma lieve di autismo.
Per questo vi segnaliamo IN&AUT Festival, la tre giorni dedicata al tema dell’inclusione sociale e al lavoro delle persone autistiche, che partirà tra venerdì 13 maggio a Milano alla Fabbrica del Vapore.
Il Festival offre un ricco programma articolato su tre giorni di dibattiti scientifici e di confronti con il mondo della politica e delle realtà sociosanitarie e aziendali che si occupano di autismo, disabilità e inclusione al lavoro, ma anche momenti conviviali con ristorazione sociale, appuntamenti culturali e musicali.
Hanno confermato infatti la loro presenza molti artisti che si sono messi al servizio della causa: tra questi Paolo Ruffini, Elio, Vinicio Marchioni, Milena Mancini, Fabrizio Mandelli, Valeria Solarino, Francesco Foti, Arduino Speranza, Fausto Sciarappa, Eleonora Daniele, Camilla Filippi, la Banda Rulli Frulli, Sabrina Paravicini, Giulio Pranno, Giulia Bevilacqua e Francesco Mandelli.
La direzione artistica, curata dell’attrice Giorgia Cardaci, proporrà infatti al pubblico, nel corso dei tre giorni, proiezioni di film, presentazioni di libri e performances teatrali sul tema dell’autismo.
Parteciperanno, alternandosi nelle varie conduzioni, anche i giornalisti Safiria Leccese, Paola Severini Melograni, Elisabetta Soglio, Riccardo Bonacina, Eugenio Fatigante, Mimmo Pesce.
Presenti in gran numero le realtà impegnate nel sociale che hanno aderito all’iniziativa tra cui le Fondazioni Don Gnocchi, Fondazione Bracco, Fondazione Adecco, Fondazione Italiana Autismo, Aut Academy, Rai per il Sociale, Auticon, Angsa Umbria, Fondazione un futuro per l’Asperger, Cometa e molte associazioni locali che si occupano di autismo in Lombardia e in tutta Italia.
Ai tavoli scientifici parteciperanno neuropsichiatri ed esperti di chiara fama come Maurizio Arduino, Luigi Mazzone, Roberto Keller e Maria Luisa Scattoni e molti imprenditori e aziende che investono sull’inclusione delle persone autistiche. Tra i protagonisti del Festival anche importanti realtà lavorative di tutta Italia impegnate su queste tematiche come PizzAut, Il Tortellante, Equo Food, Cascina Blu, Duepuntiacapo, InChiostro.
Per saperne di più e per il programma del festival
.