TUTTI AL MARE…AL TEMPO DEL COVID-19

0
69
pannello di poseidonia. Brevetto ENEA

Spiagge ecocompatibili con barriere ‘naturali’ di poseidonia. Estetica e sicurezza per un’estate al mare

di ENM

Estate, tempo di ferie e per molti le mete più gettonate sono le località balneari. Le paure per questa pandemia ancora sono molte e le incertezze per il distanziamento sociale al mare sono altrettante. L’ENEA in collaborazione con ISPRA e Tor Vergata, ha messo appunto un sistema di barriere naturali fatte di poseidonia. Arredi balneari ecosostenibili e in linea con le normative anti-Covid19. Saranno presentate in due momenti:dal 19 al 21 giugno presso il Parco Nazionale del Circeo (Latina) e dal 26 al 28 giugno presso il Monumento Naturale della Palude di Torre Flavia (Roma).

«Si tratta di un’evoluzione tecnologica di un nostro brevetto. Premiato nel 2013 con il Green Coast Award, da cui successivamente è nato un marchio europeo», sottolinea Sergio Cappucci del Dipartimento Sostenibilità dei Sistemi Produttivi e Territoriali ENEA. Si tratta di un modello pilota di ‘laboratorio balneare’ a cielo aperto. Sulle due spiagge ecologiche del litorale laziale verranno sperimentati nuovi approcci di gestione della Posidonia spiaggiata, la cosiddetta “banquette”, per evitarne lo smaltimento in discarica 

La Posidonia oceanica è una specie esclusiva del nostro mare; ha un ruolo fondamentale come luogo di riparo e ristoro per numerose specie animali e per l’ecosistema. Perché contribuisce a dare stabilità a fondali e spiagge e a contrastare l’erosione costiera.

Riutilizzo!E’ la parola d’ordine per l’arredo balneare 2020.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui