Una lente gravitazionale: l’anello fuso di Hubble

0
43
Il nome ufficiale di questa struttura nella costellazione della Fornace è Gal-Clus-022058s: il numero identificativo di un cluster di galassie (gal-clus). ripreso dal telescopio spaziale Hubble (NASA/ESA), è il più imponente e al momento più completo anello di Einstein finora osservato. Nella foto in alto sembra di vedere un anello liquefatto da una fortissima sorgente di calore, tant’è che dagli stessi astronomi è chiamato anello fuso. In realtà non è proprio così, ma quel che si vede è il risultato di un fenomeno fisico chiamato lente gravitazionale, già ampiamente previsto dalla teoria della Relatività Generale di Albert Einstein.. L’anello di fuoco, o (meglio) di luce, è in realtà l’immagine di una galassia lontanissima, che si pensa essere a circa 4 miliardi di anni luce da noi, la cui luce è distorna dalla forza di gravità di un’altra galassia che si trova più vicina a noi e che fa da lente. Quanto più le due galassie sono allineate rispetto a noi tanto più la distorsione della luce di quella più lontana appare come un anello. Se non c’è un allineamento perfetto si osservano invece degli archi di luce, come sono stati osservati in altre immagini simili. In questo caso specifico l’allineamento è quasi perfetto. Gli anelli di Einstein non sono solamente qualcosa di estremamente curioso e bello da vedere: il fatto che la luce della galassia più lontana venga amplificata, e che per questo motivo riesca ad arrivare fino a noi, permette agli astronomi di scoprire caratteristiche dell’oggetto lontano con dettagli che altrimenti sfuggirebbero ai nostri più potenti telescopi..